Gli scrutini non prima del 1°giugno ed entro il termine delle lezioni fissato dai calendari regionali

Un altro anno scolastico anomalo sta per finire, caratterizzato da tanti stop delle attività didattiche in presenza e la persistenza delle lezioni a distanza, ansie e programmi meno articolati. Tra circa un mese le lezioni termineranno e ci si inizia a chiedere chi aderirà alle attività di rinforzo della scuola estiva da giugno a settembre considerato che le polemiche sono ancora tante e il dissenso di insegnati ed alunni ancora marcato. Secondo l’ordinanza che ha già ricevuto il parere favorevole del CSPI e che dovrebbe essere pubblicata nei prossimi giorni, norma già prevista nel DL 22/20 convertito nella Legge 41 del 6 giugno 2020, gli scrutini potranno essere svolti non prima del 1 giugno ed entro il termine delle lezioni fissato dai calendari delle Regioni e delle Province autonome.

Il CSPI ritiene condivisibile un’indicazione non prescrittiva della calendarizzazione degli scrutini, auspicando che le singole Istituzioni Scolastiche possano in autonomia gestire i tempi in base alle proprie esigenze organizzative, tenendo conto della necessità di raccogliere tutte le evidenze utili per effettuare una valutazione che consideri le complesse modalità del processo di insegnamento/apprendimento di questo particolare anno scolastico. Il CSPI, inoltre, chiede di eliminare il riferimento all’effettuazione di almeno 200 giorni di lezione prima dell’inizio degli scrutini in quanto l’espletamento degli stessi è connesso al completamento delle attività di valutazione e non al numero di giorni assegnato allo svolgimento delle lezioni dell’anno scolastico.

DI SEGUITO LE DATE UFFICIALI PUBBLICATE PER OGNI REGIONE:

Abruzzo: 10 giugno
Basilicata: 11 giugno
Calabria: 12 giugno
Campania: 12 giugno
Emilia Romagna: 5 giugno
Friuli Venezia Giulia: 10 giugno
Lazio: 8 giugno
Liguria: 8 giugno
Lombardia: 8 giugno
Marche: 5 giugno
Molise: 5 giugno
Piemonte: 11 giugno
Puglia: 11 giugno
Sardegna: 12 giugno
Sicilia: 8 giugno
Toscana: 10 giugno
Umbria: 9 giugno
Valle d’Aosta: 8 giugno
Veneto: 5 giugno
Prov. Bolzano: 16 giugno
Prov. Trento: 10 giugno

Le attività per la scuola dell’infanzia invece avranno fine il 30 giugno.

 

Silvia Silvestri