logo bn ultimo

 

De Maria: “Un accordo per riprenderci quella visibilità di comune Smart, uno sviluppo economico sostenibile”

Tra un mese circa Latronico si doterà di un nuovo attrattore. E’ stato firmato il contratto con l’associazione XAlpi Sud per la gestione dell’area destinata a campeggio e pic nic con strutture annesse sita alla località Perricchio. L’associazione Xalpi si avvarrà anche della collaborazione e del supporto dell’associazione River Tribe Adventure per far diventare l’area un B.E.C (Bike Experience Camp) con possibilità di pernottare sulle tende sospese Tentsile, esclusività in Basilicata, un pernotto esperienziale che aderisce al famosissimo network finlandese. Un attrattore turistico che permetterà ai tanti turisti che si prevedono arriveranno di poter utilizzare mountain bike, escursioni, camping ed eventi, permettendo la valorizzazione di tutti i sentieri per il torrente Peschiera e il bosco Magnano. Grande soddisfazione da parte del responsabile dell’associazione Xalpi Egidio Panizzo: “Dopo aver vinto un bando con il comune, la sottoscrizione di questo contratto ci permetterà di valorizzare un territorio di oltre 10 mila metri quadrati dove organizzeremo diverse iniziative supportate da vari punti di ristoro. Insomma da aprile fino a dicembre, oltre otto mesi, diventeremo un punto importante di valorizzazione del territorio”.

Dopo il centro sensoriale, il primo in Italia probabilmente in Europa, a brevissimo operativo in un comune al centro tra il mar Tirreno ed il mar Ionio, questa ulteriore iniziativa rafforza l’obiettivo finale dell’amministrazione del sindaco De Maria: creare un luogo di grande benessere tutelando ed esaltando, nel contempo, paesaggi tanto incontaminati quanto suggestivi generando nuova economia per il proprio territorio. “Il progetto sottoscritto – precisa Fausto de Maria, sindaco di Latronico – era più ampio, doveva valorizzare soprattutto il torrente Peschiera e che purtroppo non è andato nei migliori dei modi. Ma in ogni caso la soddisfazione resta per come è stato rielaborato. Sono convinto che i risultati non si faranno attendere”. In un territorio dove la pandemia ha creato molti problemi soprattutto economici questo accordo è sintomatico di una concreta ripartenza. “Ripartiamo – conclude Fausto De Maria – con il forte intendimento di riprenderci quella visibilità di comune Smart riferito al capitale umano e sociale, assicurando uno sviluppo economico sostenibile con una gestione sapiente delle risorse”.

 

Oreste Roberto Lanza