logo bn ultimo

 

Il Sindaco Cicala: “Siamo arrivati ad un miglioramento anche dal punto di vista di quantificazione già prestabilita”

Stipulato, presso la sala della Bibliomediateca “Nicola Basile” di Viggiano, con i rappresentanti di Eni e Shell, l'accordo per il bonus energeticoper un periodo di 5 anni. Un contributo che interessa i cittadini di 11 comuni,10 Comuni dell’Alta Val d’Agri e Calvello, che si aggiunge al bonus gas con una risposta immediata ai non metanizzati. Al tavolo per la firma era presente il presidente della conferenza dei sindaci, il sindaco di Viggiano, Amedeo Cicala e i dirigenti di Eni e Shell. Un lungo lavoro di concertazione e dialogo con la Joint – Venture Eni-Shell, che ha prodotto un risultato importante per tutti i cittadini di questi undici comuni. L’accordo porterà nelle tasche dei cittadini circa 22,5 milioni di Euro per i prossimi cinque anni.

Un rinnovo importante anche per il comune di Calvello per la valle della Camastra come sottolinea Amedeo Cicala: “Un risultato storico che si somma, non va in antitesi, in contrasto con quello che è il bonus regionale e quello che sono i bonus dei Comuni. È una somma in più è un ulteriore mano che in questo momento di difficoltà stiamo dando ai cittadini in particolare a quelli dell’alta val d’Agri più Calvello”.

Un accordo pieno di insidie che ha portato via molto tempo: “Sono stati diciotto mesi non facili, un tempo lungo di grandi trattative molte volte serrate anche perché era in piedi la trattativa del bonus gas regionale. Quindi dell’altro lato l’Eni e Shell dovevano seguire anche questa di trattativa cercando di arrivare ad un accordo di quantificazione della somma che doveva essere erogata”.

Tempi lunghi, trattative serrate ma l’accordo appare nettamente migliorativo rispetto al precedente: “Devo dire che siamo arrivati ad un miglioramento anche dal punto di vista di quantificazione già prestabilita. Una grossa differenza rispetto al passato dove abbiamo avuto anni magri perché il prezzo del gas scendeva e si arrivava solo a due milioni. Invece quest’anno e per i prossimi cinque anni arriveremo a circa quattro milioni e mezzo all’anno per un totale di venti due milioni e mezzo di euro che arriveranno direttamente ai cittadini attraverso bonifico bancario”.

Un accordo importante e una grande soddisfazione per tutto il territorio che prevede il pagamento diretto a circa diecimila famiglie: “proprio così una soddisfazione non legata ai milioni di euro che poi spenderanno le pubbliche amministrazioni, ma parlare di milioni di euro che, come nei cinque anni precedenti, di dare concretezza attraverso un bonifico ai cittadini della Val d’Agri”.

Un rinnovo con ringraziamenti che vanno devoluti a tutti i sindaci del territorio: “Un risultato frutto dell’unità e la compattezza tenuta da tutti i sindaci, le riunioni che abbiamo fatto insieme con messaggi unici riportati, attraverso la mia persona, alle compagnie petrolifere in una dura contrattazione arrivando al risultato odierno. Un risultato che dimostra di come abbiamo difeso concretamente il nostro territorio”. Un bonus importante, con un calcolo spiccio a famiglia con tre quattro componenti la somma quantificata all’incirca sarà tra i quattrocento/cinquecento euro all’anno.

Oreste Roberto Lanza