logo bn ultimo

 

Mamme con bambini piccoli all’ombra di qualche balcone, anziani appoggiati ai muri alla ricerca di angoli ombreggiati

In tantissimi costretti a fare la fila fuori dalle poste a Matera, nonostante le temperature negli ultimi giorni sfiorino i 40 gradi. Gli anziani materani nell’attesa di ritirare la pensione protestano: “ Impossibile trattenersi sotto al sole, in piedi e più di mezz’ora con queste temperature, eppure a nessuno sembra interessare”. Gli operatori allo sportello sembrano essere sempre troppo pochi e la transizione digitale è una beffa anche per i più giovani, che da quando il sistema è cambiato hanno difficoltà anche a prenotare il proprio turno dall’App dedicata e anche solo nell’ipotesi in cui occorra anche solo recuperare una password o avere dei chiarimenti, non c’è scelta, serve andare fisicamente in posta ed ecco che la fila cresce.

 

Tutta colpa degli anziani che non imparano ad usare il digital banking? Ma come si fa se per accedere al conto on line se poi serve leggere i messaggi delle applicazioni legate allo Spid, controllare la mail ed usare l’impronta digitale o riconoscimento facciale? Operazioni troppo articolate ancora per troppi utenti, ancor più per tantissimi over 70. Lo spettacolo anche questa mattina a Matera è triste, mamme con bambini piccoli all’ombra di qualche balcone, anziani appoggiati ai muri alla ricerca di angoli ombreggiati. Urge una soluzione, velocizzare le operazioni allo sportello potrebbe essere già un gran bel passo avanti, nel mentre si consiglia alle persone più fragili di valutare orari meno caldi prima di recarsi agli uffici postali.

Silvia Silvestri