logo bn ultimo

  

Le due ragazzine si erano allontanate da Colobraro e pare siano state convolte in un giro di prostituzione

Lieto fine per due ragazze minorenni di origine eritrea, che si erano allontanate la notte di martedì da Colobraro. Dopo intense e continuate ricerche le ragazze sono state appena ritrovate in quel di Policoro nel pomeriggio di ieri. Le due quindicenni hanno percorso incoscientemente l’alveo del fiume Sinni per 20 chilometri pur di raggiungere altre mete, dove probabilmente, secondo le indagini degli inquirenti, erano ad attenderle degli sfruttatori della prostituzione minorile, che le avrebbero coinvolte in un giro di prostituzione locale.

 

“Un sentito grazie a tutti coloro che si sono prodigati in una intensa e costante ricerca: dagli operatori della struttura che le accoglie, ai singoli cittadini, ai volontari del servizio civile, alla Polizia Locale, al personale della Stazione dei Carabinieri di Colobraro e in particolare al Capitano Roberto Rampino della Compagnia Carabinieri di Policoro. Infinite grazie alla Prefettura di Matera che, nella persona dell’ottimo Capo di Gabinetto, Giuseppe Pastore, ha attivato e coordinato le ricerche per le persone scomparse. Un encomio al Corpo dei Vigili del Fuoco di Matera e di Policoro, al Gruppo Cinofili del Comando di Matera ed agli Elicotteristi del Comando di Bari. L’auspicio è che queste due ragazzine, come tutti gli adolescenti del mondo, possano vivere serenamente e realizzare i propri “sogni”. È quanto riferito in una nota dal Sindaco di Colobraro Andrea Bernardo.