logo bn ultimo

 

Gli esperti di Dissapore hanno scelto come vincitore Vincenzo Tiri

Il miglior pandoro artigianale d’Italia è fatto dal Lucano Vincenzo Tiri di Acerenza. Gli esperti di Dissapore (sito gastronomico con news di cibo e ristorazione) hanno scelto il pandoro realizzato da Tiri in Basilicata: è il numero uno d’Italia. Un risultato pregevole, per una eccellenza lucana ormai consolidata da tempo, racchiusa in una speciale motivazione: “una consistenza che non sembra appartenere a questo mondo, soffice come una nuvola si compatta in bocca per sciogliersi poi in un vortice di burro e vaniglia”. Piena soddisfazione da tutti i protagonisti dell’azienda apparsa in un post su alcuni social: “Non è stato facile creare un pandoro che fosse all’altezza del nostro Panettone. Ci sono voluti ben 4 anni per renderlo estremamente soffice, leggero e gustoso come ci si aspetta da un lievitato firmato Tiri”. Tre lieviti naturali utilizzati di cui uno, pare arrivato addirittura dall’America, San Francisco.

Nato nella pasticceria-panetteria di famiglia, Vincenzo Tiri ha avuto, sin d piccolo, il pallino del panettone, della pasticceria in genere. Ha studiato alla scuola dei grandi maestri. Un Cast a Brescia con Achille Zoia e Iginio Massari. I 5 mesi come aiutante a Rolando Morandin gli hanno permesso di assaporare la tecnica di mantenimento del lievito madre. Ingredienti di eccellenza, una tripla lievitazione per oltre 40 ore e con la particolarità delle scorze di arance di Tursi candite personalmente. Un risultato che si somma a quello ottenuto nel 2015 al concorso Gazza Golosa, in collaborazione con la manifestazione Re Panettone, per scegliere il miglior panettone artigianale d’Italia.

In quella occasione dopo una mattinata di lunghi assaggi la giuria di qualità scelse il pasticciere di Acerenza. La giuria, era composta oltre che dal gruppo storico di collaboratori di Gazza Golosa, da Paolo Marchi, tre importanti chef come Giancarlo Morelli (del Pomiroeu), Alessandro Negrini e Cesare Battisti (del Ratanà), che non ebbe dubbi nello scegliere Vincenzo Tiri il con un giudizio ampiamente condiviso. Questo è il lucano Vincenzo Tiri, Tanto orgoglio per la sua terra. Come dice lui “a volte credere nei sogni ha davvero senso”. Per l’occasione e festeggiare il meritato riconoscimento pare abbia ha proposto una produzione esclusiva e limitata dei Pandoro acquistabili sullo shop on-line al sito www.tiri1957.it.

 

Oreste Roberto Lanza


POLITICAPIU' LETTIULTIMI ARTICOLI

Image Il Governo Nazionale boccia il Governo Regionale. La presunzione non paga
Venerdì, 24 Settembre 2021
  Norme in materia di energia e Piano di Indirizzo Energetico Ambientale Regionale  Read More...
Image Vertenza ex Auchan, assessore Cupparo: 'La Regione mantiene i suoi impegni'
Venerdì, 24 Settembre 2021
  Sarà pubblicato un Avviso pubblico per dare una risposta ai lavoratori ex Auchan di Melfi Read More...
Image Inaugurato a Viggianello l'Ambulatorio di Reumatologia
Venerdì, 24 Settembre 2021
  Leone: "L'obiettivo della nostra riforma del sistema sanitario è quello di rafforzare la medicina territoriale" Read More...
Image Bardi alla Uil: politica non sia solo gestione del potere. Archiviare il clientelismo
Giovedì, 23 Settembre 2021
  "Basta a una politica attenta solo a poltrone e incarichi, la stagione del clientelismo è alle spalle" Read More...
Image Emergenza cinghiali in regione, attivate tutte le misure
Giovedì, 23 Settembre 2021
  Nell’anno 2021 con dati aggiornati alla fine di luglio, sono stati abbattuti oltre 1.000 capi Read More...

sponsor

Sponsor