logo bn ultimo

 

Un lungo viaggio che Matera 2019 ha compiuto insieme a Rai Radio 3

A Matera sono in corso i preparativi per l'evento Materadio che aprirà ufficialmente il sipario venerdì 13 settembre alle ore 16.00 nell'auditorium Gervasio in piazza Sedile a Matera con un grande omaggio ad Andrea Camilleri attraverso le parole di Roberto Nobile e Mimmo Cuticchio. E' un lungo viaggio che Matera 2019 ha compiuto insieme a Rai Radio 3 con appuntamenti da non perdere tra produzioni originali e grandi nomi della musica, del teatro e del cinema italiano e internazionale. Materadio quest'anno parte da una tematica importante, "Il Sud", per parlare attraverso i vari momenti della rassegna di una parte del mondo definita non solo geograficamente ma anche da una dialettica storica di criticità e opportunità. Durante la rassegna i programmi radiofonici di intrattenimento culturale come Fahrenheit, Radio3 Scienza, Tutta la città ne parla e Radio3 Mondo si terranno nell'Auditorium Gervasio del Conservatorio, in piazza Sedile. In piazza San Francesco è in corso l'allestimento del palco per gli spettacoli teatrali e musicali e il Materadio Village, e sarà allestito lo spazio per l'Open Design School dove si terranno conferenze, incontri e presentazioni. I grandi concerti della sera si terranno invece a Cava del Sole, con numerosi ospiti speciali tra cui il grande sassofonista Jan Garbarek e il suo quartetto Trilok Gurtu che il 13 settembre si esibiranno in una produzione inedita realizzata insieme a Gezziamoci, la rassegna dell'Onyx Jazz Club di Matera.


Il 14 settembre sul palco di Cava del Sole salirà l'Orchestra Popolare "La notte della Taranta", diretta dal maestro Daniele Durante, composta da musicisti di pizzica e musica popolare di tutto il Salento. Nel corso della serata non mancheranno sorprese con ospiti internazionali. Il momento finale, quello del saluto alla città di Matera e a questa edizione di Materadio, comporterà quest'anno un simbolico passaggio del testimone: da Matera 2019 a Galway 2020, città irlandese che insieme alla croata Rijeka sarà la prossima Capitale europea della cultura. A marcare questo ponte tra Basilicata e Irlanda non potevano che essere i Modena City Ramblers, il gruppo musicale italiano che meglio ha espresso una relazione di suoni, idee, volti e lotte. In un nuovo incendiario live set tra i successi di 25 anni di storia della band a cui si aggiungeranno, direttamente dal Traidphicnic - l'importante festival di musica tradizionale irlandese che ogni anno si svolge proprio a Galway - tre dei più importanti artisti di questo genere: Gearóid Ó Murchú, Ruairi Liam Mac Con Iomaire e Rebecca Ní Éallaithe. Tra gli ospiti attesi, l'astronauta Samantha Cristoforetti, la prima donna italiana negli equipaggi dell'Agenzia Spaziale Europea che a cinquant'anni esatti dal primo allunaggio ci racconterà la sua esperienza tra le stelle.

 

Silvia Silvestri