logo bn ultimo

 

Angelo Petrocelli: “La qualità del lavoro, sostenere la zootecnia, risorse finanziarie incentivare i giovani”

“Canestrum Casei - valorizzazione dei formaggi storici del meridione d’ Italia”, il convegno si terrà a Moliterno, in provincia di Potenza, nei giorni di venerdì 1 aprile e sabato 2 aprile. La parte conclusiva prevista presso la sala congressi del ristorante “L’Eco del Fiume” in contrada Pantanelle di Moliterno. Nella terra del settecentesco canestrato o per dirla in volgare, Pecorino di Moliterno, l’appuntamento organizzato dalla fondazione Medes, l’Unibas ed il Crea-za partners del progetto “Canestrum Casei”, con il supporto dell’Amministrazione Comunale di Moliterno del Consorzio di Tutela del formaggio Canestrato di Moliterno IGP e della Proloco “Campus” di Moliterno, ha l’obiettivo di migliore i canali di commercializzazione e di vendita di ben 15 formaggi del Sud a forte rischio di estinzione tra questi anche il canestrato di Moliterno . Il progetto, sostenuto da AGER (Agroalimentare e Ricerca – Milano) è finalizzato all’ampliamento delle conoscenze da parte dei consumatori dei formaggi selezionati, alla riorganizzazione dei processi produttivi ed i sistemi di vendita. Il tutto per sostenere l’economia delle piccole e medie aziende agricole delle 5 Regioni italiane (Basilicata, Campania, Calabria, Sicilia e Sardegna) interessate al progetto. “Un progetto triennale – sottolinea Angelo Petrocelli -Presidente Consorzio Tutela Canestrato di Moliterno IGP, raggiunto dalla nostra redazione –che si conclude a giugno prossimo con cui si è lavorato e si continuerà a farlo in maniera concreta e inciso per sostenere e tutelare 15 formaggi del sud, tra questi anche il nostro canestrato su cui c’è impegno scientifico ed economico”.

 

Da tempo si è lavorato molto su questa eccellenza lucana e dell’intera Val d’Agri, ma tanto va fatto ancora. “Sicuramente abbiamo bisogno di migliorare la qualità - aggiunge Angelo Petrocelli – del lavoro, sostenere la zootecnia, dell'allevamento e della cura (non in senso clinico, che è compito dei veterinari). C’è bisogno in ogni caso anche di risorse finanziarie, da questo punto speriamo nella Regione Basilicata che valuti al meglio la disponibilità di risorse finanziarie a fondo perduto almeno per 5 anni attraverso un bando preciso. Poi bisogna incentivare i giovani verso questo settore; così facendo si potrebbe limitare anche il fenomeno dello spopolamento”. L’incontro prevede interventi “in presenza” dei Professori e dei Ricercatori delle Università che hanno aderito al progetto e del Direttore Generale del CREA-ZA, i cui contenuti si svilupperanno secondo le linee fondamentali del progetto, ma nella circostanza si incentreranno sul Canestrato di Moliterno IGP. Soddisfazione per l’evento anche da parte del sindaco di Moliterno Antonio Rubino: “è un appuntamento impregnato del desiderio di conoscenza, comunicazione, soprattutto di mettere in risalto territori del sud con le loro eccellenze e le piccole economie di valore. Il nostro canestrato farà da portavoce a tutto questo”. Nella parte conclusiva dell’incontro è prevista la degustazione dei formaggi selezionati.

 

Oreste Roberto Lanza