Nicoletti Apt: “La Basilicata è una regione antica con uno sguardo rivolto al futuro"

Con uno stand informativo e lo spettacolo “Historiae” diretto dal regista lucano Gianpiero Francese, la Basilicata sarà presente a Torino nell’ambito dell’Eurovision 2022. A questa vetrina internazionale la Basilicata sarà rappresentata da una performance multimediale che racconta la storia di questa terra attraverso tre dei suoi personaggi principali che nel corso dei secoli l’hanno attraversata e vissuta: Pitagora, Orazio e Federico II. Inoltre, sempre nell’Eurovision Village, la Basilicata sarà presente con un proprio stand per offrire ai tanti visitatori dell’area tutte le informazioni sull’offerta turistica lucana.

“La Basilicata – afferma il direttore generale dell’Apt Basilicata, Antonio Nicoletti – è una regione antica con uno sguardo rivolto al futuro. In millenni di storia, nella nostra cultura si sono sedimentati valori legati a figure della cultura universale che qui hanno vissuto, come Pitagora, filosofo e matematico che visse e insegnò a Metaponto (Mt) e dove morì intorno al 495 a.C., come Orazio, il poeta latino del “carpe diem”, nato a Venosa (Pz) nel 65 a.C., e come l’imperatore Federico II, lo “Stupor Mundi”, che a Melfi (Pz) visse e promulgò le famose Constitutiones, il primo fondamentale testo giuridico della civiltà occidentale. Lo spettacolo “Historiae” racconterà le loro vite e la loro presenza in Basilicata, mettendo in evidenza i valori che ci hanno lasciato in eredità e che ancora oggi fanno parte della nostra cultura. La partecipazione della Basilicata all’Eurovision rappresenta un’occasione straordinaria per promuovere il patrimonio storico culturale regionale a livello nazionale e internazionale. L’Eurovillage sarà il cuore delle giornate dell’Eurovision Contest con eventi aperti a tutti, nello scenario del Parco del Valentino. Insomma un’altra grande occasione di visibilità per la Basilicata, in un evento fra i più seguiti al mondo”.

Seguendo l’esempio di Lisbona nel 2018 e di Tel Aviv nel 2019, l’Eurovision Village di Torino ospiterà oltre 40 ore di concerti, dibattiti e spettacoli. Con questa prestigiosa iniziativa continua la collaborazione fra la Basilicata e la città di Torino sul solco di una intesa con l’Apt che ha prima consentito di portare il grande presepe lucano nel Duomo del capoluogo piemontese ricevendo l’attenzione e il gradimento di migliaia di visitatori e poi le iniziative collegate allo scrittore e artista Carlo Levi e al suo legame con la Basilicata e il comune di Aliano. Soddisfazione per questa straordinaria occasione viene espressa dal presidente della Regione Basilicata, Vito Bardi: “Con questo evento portiamo ancora una volta la Basilicata, con la sua nobile e ricca storia, fuori dai confini regionali e nazionali. Ma questa iniziativa vuole anche essere un omaggio ai tantissimi lucani che vivono a Torino e in Piemonte e che non hanno mai perso l’occasione di valorizzare e riscoprire la loro terra di origine. Voglio pertanto ringraziare l’Amministrazione comunale di Torino con il suo sindaco, Stefano Lorusso, e la Regione Piemonte, con il suo presidente, Alberto Cirio”. Lo spettacolo andrà in scena il 14 maggio, alle ore 17, negli spazi dell’Eurovision Village.