Ai cinque borghi del 2021 si aggiunge Sasso di Castalda con il ponte sulla luna

Il Touring Club Italiano ha ufficializzato l’elenco delle bandiere arancioni 2022. Per la Basilicata i comuni premiati sono ben sei: due in provincia di Matera, Aliano e Valsinni ben quattro in provincia di Potenza, Castelmezzano, Guardia Perticara, San Severino Lucano e Sasso di Castalda. Rispetto al 2021 si è aggiunto il comune di Sasso Castalda, borgo che ricade nel Parco nazionale dell'Appennino Lucano Val d'Agri Lagonegrese, con una area faunistica che conta numerosi cervi e nel suo territorio si sviluppa il Sentiero Frassati. Famoso per il suo ponte alla Luna, complesso di due ponti tibetani di 95 e 300 m in campata unica. Il riconoscimento viene dato ogni anno ai piccoli borghi eccellenti dell'entroterra dello Stivale, come marchio di qualità turistico –ambientale pensato dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita.

 

L'idea nacque nel 1998, in Liguria, precisamente nel comune di Sassello, con l’obiettivo di promuovere e valorizzare l'entroterra, in seguito il riconoscimento è stato promosso su scala nazionale, individuando piccole località d'eccellenza in ogni regione dove c’è un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, da valorizzare concedendo al turista un’accoglienza di qualità. Il progetto è l'unico italiano inserito dall'Organizzazione mondiale del turismo fra i programmi realizzati con successo per uno sviluppo sostenibile del turismo in tutto il mondo. Il riconoscimento è temporaneo subordinato al mantenimento dei requisiti nel tempo; la verifica avviene ogni tre anni con una tempistica fissata da TCI a livello nazionale, valida per tutti i Comuni a prescindere dall’anno di assegnazione del riconoscimento. Con questo marchio ancora una volta la Basilicata ottiene uno strumento che garantisce ai propri visitatori uno strumento di qualità e accoglienza e alle località uno strumento di valorizzazione.

 

Oreste Roberto Lanza