logo bn ultimo

  

Il pulviscolo rosso e giallo si abbatterà non solo in Italia ma anche in Spagna e in Francia

Nel corso di questa settimana, identificata come la più rovente dell’anno, con un significativo incremento delle temperature per via dell’ondata di calore veicolata dall’anticiclone subtropicale africano, si attende anche una tempesta di sabbia del Sahara. L’influenza dell’antico Line subtropicale africano porterà sul territorio nazionale non solo temperature record, che in alcune città soprattutto del sud supereranno i 45°C ma anche un evento tipicamente delle aree del deserto. Le temperature roventi sul nostro Paese saranno anche accompagnate in alcune zone della penisola da una tempesta di sabbia proveniente dal cuore del deserto del Sahara. Un fenomeno climatico che dovrebbe causare nubi gialle e rossastre che tingeranno l’atmosfera di una tavolozza cromatica inconsueta.

 

Secondo le previsioni meteo dei prossimi giorni, il nostro Paese risentirà dell’effetto diretto della contrapposizione della depressione tra Francia e Regno Unito a cui si aggiunge l’anticiclone africano. Il transito delle correnti provenienti dal deserto del Nord Africa sulla penisola porteranno la propagazione di quella che è stata preannunciata come la tempesta di sabbia del Sahara. Il pulviscolo rosso e giallo si abbatterà non solo in Italia ma anche in Spagna ed in Francia. Le previsioni meteo segnalano che la tempesta di sabbia desertica potrebbe durare fino al prossimo fine settimana.

 

Un fenomeno coinvolgerà in prima battuta il Sud, come illustrato dalla mappa tracciata per seguire il fenomeno in evoluzione dai ricercatori dell’Università di Atene. L’arrivo della sabbia del Sahara riguarderà principalmente le regioni del sud ( la Sardegna, la Sicilia, la Puglia, la Basilicata, la Calabria e la Campania). Si prevede anche un leggero interessamento di alcune aree del Centro e del Nord Italia (Lazio, Toscana, Liguria).

 

Silvia Silvestri