Il vice sindaco e assessore all’Innovazione di Matera Alberto Acito in visita ufficiale a Torino

Opportunità di collaborazione e sinergie tra i due progetti della Casa delle tecnologie emergenti di Matera (Cte Mt) e della Cte Next di Torino sono state esplorate nel corso della visita ufficiale del vice sindaco a assessore all’Innovazione del Comune di Matera Alberto Acito a Torino. Venerdì mattina l’assessore all’Innovazione di Torino Marco Pironti, con il direttore generale del Consorzio per il Sistema Informativo (Csi) Piemonte Pietro Pacini, il vice presidente della Fondazione Torino Wireless Mario Manzo e Nicola Farronato, responsabile del team innovazione della Città di Torino, hanno accolto negli spazi di Csi Next, sede centrale del progetto Cte Next di Torino, la delegazione di Matera. Al vice sindaco Acito e al dirigente comunale Salvatore Pietrantonio Demarco è stato illustrato il progetto Cte Next e, a loro volta, hanno presentato il progetto della Cte di Matera.

Le due delegazioni si sono confrontate sulle attività e servizi che realizzeranno e sulle modalità messe in campo per coinvolgere partner, imprese e investitori. L’incontro ha anche gettato le basi per creare una rete delle case delle tecnologie presenti in Italia. "’Casa delle tecnologie emergenti’ è un progetto molto importante poiché rappresenta un'opportunità di accelerazione che ha come cardine lo sviluppo di infrastrutture tecnologiche abilitanti per una migliore mobilità urbana, maggiore attrattività per imprese internazionali e migliori servizi per i cittadini - dichiara Marco Pironti, assessore all'Innovazione della Città di Torino -. Obiettivo delle 6 Case che stanno nascendo in Italia è creare una rete di territori dell'innovazione in grado di contribuire alla ripartenza del Paese. Torino e Matera rappresentano i progetti trainanti della rete ed è per questo che sono molto felice di poter tessere delle sinergie nuove a partire dal questo primo incontro".

 

“Centri di trasferimento tecnologico, dove le tecnologie innovative incontrano le esigenze del tessuto imprenditoriale di specifici territori e settori strategici, favorendone il rilancio economico e occupazionale e lo sviluppo delle attività produttive, partendo proprio dall’innovazione e dalla digitalizzazione, le Cte sono progetti di fondamentale importanza non solo per i territori che ospitano fisicamente le “case” - afferma Alberto Acito, assessore all'Innovazione del Comune di Matera - progetti che meritano attenzione e cura da parte delle Amministrazioni che hanno in carico la realizzazione dei progetti e che sono chiamate a dialogare e confrontarsi per contribuire alla ripresa economia del Paese dopo l'emergenza Covid. Matera e Torino, con questo incontro sui progetti delle Cte, hanno instaurato un dialogo che proseguirà nel reciproco interesse della buona riuscita dei progetti messi in campo”. La vista a Torino è poi proseguita negli spazi delle Officine grandi riparazioni OGR Tech gestiti da Talent Garden, l’hub internazionale per l’innovazione e accelerazione di impresa, e con l’auspicio di un prossimo incontro a Matera.