“E' una condotta criminale punita severamente dalla legge"

A Matera questa mattina Rosa Mastrosimone, referente di "Matera Patrimonio Comune" lista civica a sostegno del candidato sindaco Rocco Sassone, ha denunciato agli organi competenti diverse fake news pubblicizzate a suo danno nei giorni scorsi, nonché il furto d’identità messo in atto illecitamente attraverso la creazione di un profilo Whatsapp falso, utilizzato per diffondere false dichiarazioni sul ballottaggio elettorale in corso in queste ore nella città di Matera. “Girano in queste ultime ore messaggi su Whatsapp e Facebook mandati da un profilo falso che riporta il mio nome e dove appare abusivamente anche una mia foto. Questi messaggi, dove inoltre esorterei amici e conoscenti a votare oggi e domani il candidato sindaco Bennardi, non sono stati assolutamente da me inviati - afferma Rosa Mastrosimone - Ho informato tutti i miei conoscenti che ho già provveduto questa mattina a denunciare la cosa alle autorità competenti, le quali stanno già prendendo gli opportuni e necessari provvedimenti del caso.

 

Ad ora è mia cura informare tutti gli amici e coloro che mi conoscono dell’ennesima scorrettezza messa in atto in questi giorni nei miei confronti e del bassissimo livello raggiunto dagli avversari politici e i loro burattini nel corso di quella che doveva essere una competizione sana, basata prima di tutto sul rispetto reciproco e dei cittadini, non sulle minacce e simili espedienti – continua la Mastrosimone - Il furto d’identità è una condotta criminale punita severamente dalla legge. Sostituirsi ad un’altra persona illegittimamente con il fine di indurre gli altri in errore e quindi ricavarne un vantaggio personale, non necessariamente economico è un reato. Gli interessi dietro questa campagna elettorale, per alcuni, è evidente che vanno oltre l’interesse dei cittadini e la buona politica. Agire avendo come obiettivo la demonizzazione dell’avversario, promuovere la diffusione di falsità esaltando un vittimismo fasullo, nulla ha a che fare con i reali interessi di questa città. La mia speranza è che siano altri i valori che la cittadinanza materana scelga di promuovere per il bene comune”.