Accade tutto nel finale nel giro di tre minuti le due reti che fissano il pareggio

Al Viviani Potenza- Monterosi 1-1. L’allenatore del Potenza, Fabio Gallo, era stato chiaro:il Monterosi èun’occasione. Un’occasione per noi stessi per verificare il nostro cammino e quanto abbiamo compreso di quello su cui abbiamo lavorato.Quindi tenere alta l’attenzione, far uscire la cattiveria agonistica. Certamente fare risultato”.I rosso-blu non vincono una partita al "Viviani" precisamente da cinque mesi quando a cadere nella tana dei leoni fu il Monopoli che venne sconfitto per due a uno.Al debutto in Lega Pro Il Monterosi, paesino di 4657 abitanti in provincia di Viterbo, nata nel 2004, l’impatto col nuovo cielo non è stato poi così brutto. Sono arrivati un pareggio casalingo (0-0) contro il Foggia di Zeman e una sconfitta a Bari (4-0), due grandi nobili con dinastia di B e A. Come le altre, con le quali il Monterosi dovrà incrociare gli scarpini, ovvero Messina, Catania e Catanzaro.Pronti, via. Prima occasione del match è del Potenzaal 12esimo: occasione per Salvemini frutto di un’incomprensione tra Borghetto e Tartaglia, bravo Rocchi a recuperare. Un giro di lancette ed ecco ancora il Potenza. Banegas prova una complicata rovesciata, buona l’idea, ma pallone bloccato facilmente da Borghetto. Nel frattempo gli ospiti sono costretti a effettuare il primo cambio del match: esce Tartaglia per infortunio. Al suo posto entra Mbende.

Coccia prova un cross al centro, blocca Borghetto. Al 22esimo Sepe prova il tiro al volo che termina fuori dallo specchio. Gli ospiti si fanno vedere qualche minuto dopo: Paoloantonio prova la conclusione dalla distanza ma non centra lo specchio. Cresce sensibilmente il ritmo con i lucani alla ricerca del vantaggio che non arriva pur macinando gioco e producendo diverse azioni da goal. Salvemini prova ancora una conclusione, ancora Rocchi a deviare. Chance per gli ospiti alla mezzora: Polidori serve Cancellieri, l’esterno a tu per tu con Marcone prova la conclusione ma trova l’intervento dell’estremo difensore. Un minuto dopo seconda occasione per il Monterosi:Polito con un colpo di testa a sfiora il vantaggio. Potenza in difficoltà. Polidori finta la conclusione, va Rocchi che di potenza viene respinto: nuovamente il numero 23 conclude con la palla che sfiora il palo alla destra di Marcone. Primo cartellino giallo della gara: ammonito Polito alla mezzora. Anche Salvemini finisce sul taccuino dell’arbitro. Nella fase finale del primo tempo il Potenza torna a macinare gioco senza però riuscire a concludere: 0-0 dopo i primi 45 minuti. Seconda frazione di gioco senza nessun cambio. Potenza in attacco, al 50’ gli uomini di Fabio Gallo protestano in maniera vivace per un presunto tocco di mano in area ospite.

L’arbitro lascia proseguire. Resta in avanti il Potenza. Ricci prova la conclusione, Borghetto in due tempi blocca la sfera. Ammonito intanto Polidori per un contrasto su Gigli che resta a terra. Al 56’ Matino prova a colpire sul cross proveniente dalla destra: resta giù il difensore dopo aver solo sfiorato il pallone Al 68’ il Monterosi ha bisogno del miglior Borghetto per evitare di subire il gol: colpo di testa a botta sicura di Cargnelutti con l’estremo difensore che salva con un incredibile riflesso la sua porta. Poco dopo arriva un nuovo prodigioso intervento di Borghetto su una conclusione a botta sicura del centrocampista avversario, Sepe. Ci prova anche Zampa dopo ma non c’è niente da fare. Ma a sorpresa il Monterosi in una sua precisa ripartenza va in vantaggio. Le lancette dell’orologio segnano l’87’: cross dalla sinistra di Di Paoloantonio e Mbende svetta più in alto di tutti e trova il gol a pochi minuti dal termine. Potenza non cista e reagisce con veemenza che si riversa in attacco. Corre l’ultimo minuto di partita, è il 90’ Potenza che pareggia: e Coccia, a sfruttare un tiro deviato di Costa Ferreira e ad insaccare. Finisce con un pareggio che va molto stretto ai lucani che meritavano sicuramente i tre punti in classifica . Un pensiero Emanuele Lorusso decano dei radiocronisti sportivi del capoluogo di regione che tra gli anni 70 e 80 ha seguito il Potenza in tutti i campi dove i leoni giocavano ed ovviamente anche nella vecchia tribuna stampa del "Viviani".


POTENZA-MONTEROSI TUSCIA 1-1

POTENZA (4-3-1-2): Marcone; Zampa; Cargnelutti; Coccia; Ricci (20’ st Sandri); Gigli; Salvemini; Zenuni (30' st Costa Ferreira); Matino (15’ st Guaita); Banegas (15’ st Volpe); Sepe. A disp.: Greco; Petriccione; Vecchi; Orazzo; Baclet; Nigro; Bruzzo; Zagaria. All.: Fabio Gallo

MONTEROSI T. (3-5-2): Borghetto; Cancellieri; Buono; Polito (25' st Franchini); Polidori (45' st Ferri Marini); Tartaglia (15’ ptMbende); Adamo; Piroli; Rocchi; Constantino; Di Paoloantonio (45' st Parlati). A disp.: Alia; Nasini; Sdaigui; Buglio; Caon. All.: David D’Antoni.
Arbitro: Kevin Bonacina di Bergamo (Marco Orlando Ferraioli di Nocera Inferiore e Emanuele Renzullo di Torre del Greco)

RETI: 87’ Mbende (M); 90’ Coccia (P)
Note: Ammoniti: 35' Polito (M); 42' Salvemini (P), 53' Polidori (M). Angoli: 8-4 Rec.: 2’ pt, 4’ st.